Pacifico

Pacifico e il suo spettacolo “Le Mosche” apre la lunga lista degli ospiti di FuoriLuogo Festival 2015. Gino De Crescenzo non è solo uno dei cantautori più apprezzati dalla critica musicale: Nannini, Celentano, Ayane, Mannoia, Zilli, Zucchero e tanti altri si sono affidati, negli ultimi dieci anni, alla penna dell’autore milanese per alcuni dei più grandi successi della musica italiana. Trasferitosi a Parigi, si sta imponendo in Francia come uno dei migliori autori emergenti. Sul palco di FuoriLuogo, Pacifico porterà il suo doppio ruolo di autore e cantautore, presentando in anteprima al pubblico piccoli racconti privati, nuove canzoni e grandi successi scritti per altri artisti.
11111160_921944917867739_8881952087184753749_o

Sopralluògo

sopralluògo (o sopraluògo) avv. e s. m. [comp. di sopra- e luogo] (pl. -ghi). –

1. avv., ant. Sul luogo stesso: andare s.fare un’indagineun’ispezione sopralluogo.

Palazzo Gazelli sopra
Ecco, via la nostra non è stata proprio un’ ispezione visto che del Palazzo ci siamo innamorati tempo fa, ma era un consolidare e definire i luoghi che prenderanno vita durante il Festival. Due cortili, le cantine, il grande salone per le cene, le ex scuderie e tanti altri angoli magici che vi faranno scoprire (se ancora non lo conosceste) un palazzo storico del centro città…

23 – 26 Luglio 2015

Nuove date, nuova location, “buon vecchio” FuoriLuogo Festival. Non nel senso di stantio o polveroso, ma anzi conserviamo tutto il bello inserendo nuovi spunti, nuovi contenuti, ricchi premi e cotillons…
Da oggi al 23 Luglio un passo alla volta vi faremo scoprire la nuova edizione del Festival, tra ospiti, spettacoli, incontri, laboratori e musica.quadrotto_selfie

U2 1978 – 1981 ORARI MOSTRA

L’inaugurazione della mostra si terrà il 22 marzo alle ore 18.00 presso il Diavolo Rosso di Asti, storico club astigiano adiacente allo spazio espositivo, e sarà caratterizzata da un incontro che si preannuncia quanto mai interessante e che vedrà la partecipazione dello stesso Patrick Brocklebank e di Andrea Morandi, giornalista e critico musicale autore di “U2 – The Name of Love”.

ORARI DI APERTURA DELLA MOSTRA :

martedì 10.00-13.00 / 16.00-19.00

mercoledì 10.00-13.00 / 16.00-19.00

giovedì 10.00-13.00 / 16.00-19.00

venerdì 10.00-13.00 / 16.00-19.00

sabato  10.00-13.00 / 16.00-19.00

domenica 10.00-13.00 / 16.00-19.00

 

14063_875529109175987_9189274427238719217_n

maggiori informazioni a : info@officinecaraba.com

“U2 from 1978 to 1981″

banner_U2_OK

L’evento che anticipa la quarta edizione del FuoriLuogo Festival ci rende particolarmente orgogliosi. In esclusiva per l’Italia “U2 from 1978 to 1981″. Si tratta di una mostra composta da alcune decine di scatti scelti tra le centinaia di fotografie inedite del pluripremiato fotografo irlandese Patrick Brocklebank, immagini che documentano i primi anni degli U2, dalla loro nascita all’inizio della loro ascesa. Le fotografie ritraggono momenti iconici nella vita degli U2, in un percorso scandito da aneddoti su Bono, The Edge, Adam Clayton, Larry Mullen Jr. e i tanti personaggi che li hanno accompagnati per tutta la loro storia, oltre ai locali e ai luoghi che hanno fatto parte di quel periodo ma che ancora oggi restano fondamentali per quella che è diventata una delle band più importanti di sempre. Gli scatti catturano l’atmosfera del tempo – una Dublino caratterizzata dall’individualità giovanile, da un talento spontaneo e incontrollato e da un senso di ribellione – e offrono un affascinante spaccato della cultura e dei personaggi della scena musicale di Dublino tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ’80, conducendo al biennio seguente che ha segnato la strada fino a Sunday Bloody Sunday. La mostra, che negli allestimenti del The Little Museum of Dublin e della Hall of Fame di Cleveland in seguito ha visto circa 100.000 visitatori paganti, sarà visitabile nella cornice storica di Palazzo Ottolenghi ad Asti a partire dal 22 marzo e fino al 4 maggio.

“Il 25 settembre del 1976, Larry Mullen, allora quattordicenne, pubblicò un annuncio sulla bacheca della Mount Temple School di Dublino – racconta Patrick Brocklebank. Cercava ragazzi che volessero unirsi a lui per formare la sua nuova band. Al provino si presentarono in otto: Larry Mullen e David Evans suonarono batteria e chitarra e poi c’erano Neil e Ivan McCormick, Peter Martin e Dik Evans, il fratello di David. Loro vennero presto scartati e rimasero gli ultimi due: Adam Clayton e Paul Hewson. Il primo voleva diventare “il miglior bassista del mondo”, non era un granchè ma aveva dalla sua parte l’ambizione e la tenacia, il secondo era poco più di un cantante dilettante ma aveva un certo qualcosa: carisma, spavalederia e una presenza scenica che avrebbe reso U2 un nome conosciuto a tutti. Larry in seguito ricordò: “è stata la band di Larry Mullen per circa dieci minuti, poi è comparso Bono e ogni possibilità che io fossi il leader fu soffiata via”. Il loro primo concerto fu un concorso per i giovani talenti della scuola e il secondo in una discoteca a Sutton, poi Adam fu espulso dalla scuola così mentre gli altri continuavano a studiare lui diventò colui che trovava i concerti e le opportunità per suonare e crescere. Tra il 1978 e il 1981, gli U2 stavano diventando dei veri musicisti, migliorando sia individualmente che come gruppo. Avevano comincianto a scrivere le proprie canzoni e avevano un entusiasmo contagioso e un impatto che rapidamente arrivò ai fans. Io ho soltanto avuto la fortuna di vederli da vicino in quegli anni. Sono il figlio più giovane di un gioielliere di Dublino, ho lavorato come grafico e fotografo con “Hot Press”, “In Dublin” e “Sunday Tribune”. Quello è stato un momento speciale nella storia della musica. Noi vivevamo la stessa città e avevamo la stessa età, questa mostra cattura gli U2 nei loro primi tre anni e registra l’energia e l’ambizione di una band locale che avrebbe poi conquistato il mondo. Per noi Dubliners sono naturalmente molto di più di una rock band, sono diventati parte della nostra identità culturale.”

locandina_U2_WEB

L’inaugurazione della mostra, il 22 marzo al Diavolo Rosso di Asti, sarà caratterizzata da un incontro che si preannuncia quanto mai interessante e che vedrà la partecipazione dello stesso Patrick Brocklebank e di Andrea Morandi, giornalista e critico musicale de La Repubblica e autore di “U2 – The Name of Love”.

1968

banner_68_RoggeroNell’anno che ha cambiato il mondo anche lo sport ha provveduto a incidere, spesso anticipando, i mutamenti sociali, politici e di costume di un’epoca. Le imprese di Best e Cruyff negli stadi, il guanto nero di Smith e Carlos e la presa di coscienza dei campioni afroamericani oltre Atlantico, la commovente avventura della nazionale cecoslovacca di hockey su ghiaccio ai mondiali. Personaggi ed eventi che hanno saputo scrivere una storia fatta non solo di vittorie e record sapientemente raccontati da Nicola Roggero giornalista di Sky Sport e Fox Sport.

Giovedì 26 febbraio ore 21.00
Diavolo Rosso piazza San Martino 4 , 14100 Asti (AT)

Link a Evento Facebook

Si cambia….

Ciao amici FuoriLuogo,Immagine_FB_febbraio

lo sapete, siamo persone riservate… ma possiamo cominciare a mettere da parte il riserbo. Siamo al lavoro per la quarta edizione del festival è quest’anno molto cambierà, anzi lo stiamo rivoltando come un calzino per arrivare quasi un “nuovo festival”.
Quello che ci sarà di nuovo e diverso si mescolerà con l’atmosfera che vogliamo conservare, eventi creati ad hoc per FuoriLuogo e serate che stupiranno. Racconteremo storie, lo faremo con la musica, con le parole e con i nostri amati libri, faremo come sempre attraverso la cultura elevando al massimo l’intrattenimento, il tutto ricreando una cornice speciale, con allestimenti che renderanno il clima veramente speciale. E qualcosa di speciale ci sarà anche per i più piccoli…
Stay Tuned! 

FuoriLuogo 2015

banner_FL_2015Eccoci qui, abbiamo finalmente le date! Dal 25 al 28 giugno 2015 si svolgerà la quarta edizione di FuoriLuogo 2015, possiamo già dirvi che ci saranno grandissime novità, qualche stravolgimento nel programma e anche qualcosa di più, ma siamo convinti che possa essere la giusta direzione da prendere per rendere ancora più interessante la nostra “creatura”… Ci vediamo a San Damiano d’Asti!!